Riforme utili o stravolgimento della Costituzione?

Manifesto

Ozzano (Bologna)

Serve davvero agli italiani un Senato delle Regioni? Il dubbio è venuto anche all’Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia) che rappresenta quanti hanno combattuto nella lotta di Resistenza contro la dittatura fascista, contro l’occupazione nazista e per un’Italia libera, repubblicana e democratica. Infatti la sezione Anpi di Ozzano ha indetto per le 20.30 di mercoledì 8 marzo, nella Sala “Città di Claterna” di piazza Allende 18, un’assemblea pubblica per parlarne.
Interverranno il presidente del comitato “Salviamo la Costituzione” Alessandro Baldini, il direttore dell’istituto storico regionale “Parri” Luca Alessandrini e il vicepresidente provinciale dell’Anpi di Bologna Gianluigi Amadei. L’opinione dell’Anpi è che anziché differenziare i compiti di Camera e Senato, riducendone i costi col dimezzamento dei parlamentari e l’unificazione dei servizi, è stata frettolosamente approvata dalla Camera una riforma costituzionale che assieme a quella elettorale rischia di creare danni alla democrazia italiana.
«I frutti amari del “patto del nazareno”, infatti – ribadiscono dall’Anpi –, appaiono sempre più un pasticcio istituzionale che non potrà che produrre. Un Senato senza poteri, ridotto a un “dopolavoro” per i 74 consiglieri regionali e i 21 sindaci, senatori che saranno nominati e non eletti dai cittadini; e c’è da chiedersi come potrà fare il senatore un sindaco di una grande città, magari anche presidente della città metropolitana. E una Camera costituita in maggioranza da nominati di fatto controllata dal governo e quindi dal suo leader. Se tali riforme non saranno modificate – paventano dall’associazione dei partigiani –, rischiamo di svuotare il Parlamento e di concentrare il potere nelle mani dell’esecutivo e del capo del governo. Presidente del consiglio che potrebbe quindi nominare lui stesso il presidente della Repubblica e gli altri organi di controllo. Uno stravolgimento della Costituzione, una mortificazione della rappresentanza popolare e politica – concludono i dirigenti dell’Anpi – e un rischio per la democrazia».

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...