In un libro i 160 anni della banda di San Lazzaro

Immagine

San Lazzaro (Bologna)

“La Banda Musicale di San Lazzaro di Savena. 1853-2013: 160 di musica insieme” è il titolo di un bel libro, edito da Costa Editore, che come da titolo ripercorre i 160 anni di vita, non sempre rose e fiori, del Corpo bandistico Città di San Lazzaro. In pratica è la storia della più antica (“vecchia” suona male) istituzione culturale sanlazzarese tuttora in vita presieduta da Agostino Fogacci (clarino) e diretta, dal 1998, dal maestro Gianfranco Donati (già direttore per vent’anni della “Puccini” di Bologna) apprezzato anche per il suo buon carattere.

La storia di tante persone che, nel tempo, per la grande passione per la musica, e spesso con sacrifici, sono state nella gioia e nel dolore, nelle ufficialità e nell’allegria, la colonna sonora dei maggiori eventi della comunità locale: solennità religiose, processioni, funerali, celebrazioni civili, carnevali, eventi, concerti e concertini bandistici. Importanti poi anche i corsi musicali e di strumento che favoriscono la diffusione della musica, non solo bandistica, e della cultura musicale

Il volume raccoglie una  minuziosa ricerca condotta da Michelangelo Abatantuono e da Pier Luigi Perazzini su documenti inediti d’archivio e con la raccolta di testimonianze e ricordi dei bandisti. Autori di tutto rispetto con Abatantuono, già assessore alla cultura a Castiglione dei Pepoli dove vive, e redattore della rivista “Savena Setta Sambro”, è autore di volumi, saggi, ricerche e articoli su argomenti storici relativi al nostro Appennino. Perazzini invece, sanlazzarese, è in parole povere lo storico di San Lazzaro, premiato con il “Lazzarino d’oro” (nel 2007), socio della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna e del Comitato per Bologna Storica e Artistica, a sua volta autore di libri e articoli su San Lazzaro, e non solo. Il volume è in vendita, a 10 euro, nelle edicole di San Lazzaro, nella sede della banda in via Rimembranze e presso l’Ottica Perazzini in via Emilia 168.

La prefazione è del sindaco Marco Macciantelli che rileva come il Corpo musicale sia: «Un simbolo della nostra comunità. Incredibile: dal 1853. 160 anni, spesi bene. Prima dell’Unità d’Italia. 25 anni dopo il neo costituito Comune di San Lazzaro, fondato nel 1828. Un libro necessario. Ci consente di fare memoria di qualcosa di costitutivo del nostro essere comunità in un percorso storico che sempre si rinnova».

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...