Tomba campione in discesa, Fortunato in salita

Immagine

San Lazzaro (Bologna)

Il prossimo 9 maggio compie 17 anni ma questo ragazzo di Castel de’ Britti, frazione di San Lazzaro (Bologna), ha già fama di campione nelle gare di montagna o con arrivi in salita. Nel sanlazzarese emerge un altro campione dopo gli allori (soltanto) sportivi di Alberto Tomba, grande sulla neve tra i paletti. Parliamo del ciclista Lorenzo Fortunato ma se il primo era un grande, in discesa, il secondo lo è in salita.
Lorenzo quest’anno corre come juniores, per la Work Service Brenta di Padova, e nella stagione in corso dopo tre secondi posti, un terzo e un quinto (leader della classifica juniores primo anno) sabato ha vinto la prima tappa del Giro del Friuli. Nella seconda e conclusiva tappa, domenica, con un secondo di vantaggio ha vinto la gara dimostrando maturità controllando la corsa e i diretti avversari come Seid Lizde di Pordenone, tra i favoriti, e gli sloveni Ziga Rucigaj e Kolar Safaric. La vittoria al Giro del Friuli è un buon viatico per il ragazzo che ha dimostrato di aver superato il passaggio alla categoria superiore.
Lorenzo Fortunato fino all’anno scorso aveva sempre corso per la S.C. San Lazzaro, prima negli esordienti poi negli allievi, col 2012 chiuso con 13 vittorie, due secondi posti, quattro terzi, sei quarti e tre quinti. Nel 2011 aveva ottenuto otto vittorie, due secondi posti, due terzi, due quarti e due quinti posti. Nel 2010, nella categoria esordienti 2, aveva ottenuto 11 vittorie, tre secondi posti, tre terzi, sei quarti e un quinto posto. Nel 2009, a 12 anni nella categoria esordienti 1, si era infatti già posto all’attenzione dei tecnici con sei vittorie, quattro secondi posti, cinque terzi, quattro quarti e due quinti posti.
Passando nella formazione veneta il ragazzo di Castel de’ Britti spera di crescere ancora col sogno del professionismo. Che il giovane sia un campione lo ha dimostrato proprio a Castel de’ Britti, il 16 settembre 2012, tagliando il traguardo, a un chilometro da casa, al termine di una salita con pendenze di oltre il 15% e con 75 chilometri già nelle gambe. A lui gli auguri di diventare grande, nello sport, come lo fu Tomba che quest’anno ha ricevuto il premio “Città di San Lazzaro”. E un piccolo premio dal Comune, un diploma o una targa, la merita anche Fortunato come auspicio, e incentivo, di un futuro.. fortunato.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...