Lazzarone alla conquista dell’America

Il discorso del Lazzarone, al balcone del municipio, impersonato da Riccardo Pazzaglia

Il discorso del Lazzarone, al balcone del municipio, impersonato da Riccardo Pazzaglia

San Lazzaro (Bologna)

Un giovane sanlazzarese Lazzarone, senza paura o peli sulla lingua, sta partendo da Bologna alla conquista dell’America in compagnia di altre teste di legno che erano già andati nel 2009 negli Stati Uniti, a Colorado Springs, a rappresentare il teatro di figura della tradizione petroniana. Il Lazzarone in questione non è un mezzo delinquente ma la maschera locale nata nel 2002, con molti padri: l’ex sindaco di San Lazzaro Luigi Dovesi allora presidente dell’Istituzione Prometeo, il giovane ma noto burattinaio Riccardo Pazzaglia, i ragazzi della commissione cultura del consiglio comunale dei ragazzi (Ccr) e gli alunni della scuole elementari “Don Trombelli” e Don Milani”. Per l’occasione Pazzaglia, diplomatosi poi all’Accademia di Belle Arti di Bologna, disegnò vari bozzetti per i costumi della nuova maschera.
In occasione del carnevale 2001 il Dottor Balanzone, interpretato da Sergio Fini, dal balcone del municipio sanlazzarese annunciò che nei sotterranei dello storico palazzo comunale era stato appena scoperto uno strano personaggio che rispondeva al nome di Lazzarone “nato morto sotto a un prato e resuscitato da un tiglio”. In seguito Prometeo aveva coinvolto il consiglio dei ragazzi alla costituzione di un gruppo di lavoro per la progettazione di una maschera per San Lazzaro.
Ragazzi e alunni hanno lavorato al progetto creando un giovane senza voglia di studiare, curioso, furbo, vanitoso al quale piace divertirsi e fare scherzi; un ragazzo come tanti in carne ed ossa. Ne delinearono il carattere, il colore dei capelli e l’aspetto fisico e l’abito. Il Lazzarone, impersonato da Riccardo, fece poi la sua prima apparizione pubblica il 10 febbraio 2002 nella festa di carnevale, in piazza Bracci, ricevendo dal sindaco del Ccr la chiave della città per poi fare uno strampalato, ma applaudito, discorso dal balcone del municipio. La realizzazione del burattino fu però successiva con questa testa di legno utilizzata per lo più in occasione di recite nella storica “Fira ed San Lazar”.
Come racconta Pazzaglia stavolta Balanzone, Fagiolino, Sganapino & Company saranno ospiti dell’Oxford College – Emory University di Atlanta in Georgia dove la compagnia Burattini di Riccardo metterà in scena la commedia “Lo sbruffone punito” tradotta per l’occasione in “The Punished Boaster”. Autori, attori e costruttori di burattini, il capocomico Riccardo Pazzaglia, e anche la giovane moglie burattinaia Milena Fantuzzi interprete ufficiale del tour, saranno impegnati in lezioni spettacolo per avvicinare il pubblico americano a questa storica e singolare forma d’arte tipica e di spettacolo delle nostre terre.
Le mie più vive congratulazioni all’amico Riccardo Pazzaglia, che conosco da decenni, e alla maschera del Lazzarone di cui ho seguito le sue gesta di burattino, e di animatore vivo del carnevale sanlazzarese, da cronista e da appassionato dei burattini e del teatro di figura.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...