Il 2 aprile la via Emilia sarà in festa e, molto, “Vivace”

Via Emilia Vivace

San Lazzaro (Bologna)

Fateci caso. In molte città, cittadine, borgate attraversate dalla strada consolare Emilia la storica via fatta costruire da Marco Emilio Lepido ha molti nomi o appendici (Levante, Ponente, Est, Ovest, eccetera). Nel territorio di San Lazzaro, invece, è semplicemente via Emilia dal ponte sul Savena, fino al confine ozzanese, come oltre 2.200 anni fa. Una via costruita come opera militare, diventata importante direttrice dello sviluppo economico, produttivo e sociale del nostro Paese, che il prossimo due aprile sarà chiusa al traffico per tutto il giorno, dalle 10 alle 20, nel tratto tra le vie Fornace e Caselle. Il motivo non è dato da lavori in corso ma da una grande festa di strada, la prima “Via Emilia (vivace) in festa” per una giornata di gastronomia, musica, mercatini, antichi mestieri, giochi e allegria a scopo di beneficenza.

Infatti i commercianti della via Emilia, nel tratto dal Savena a Piazza Bracci e non soltanto, si sono mobilitati nell’organizzazione di una festa con ricavato che sarà consegnato all’associazione onlus “La Via del Sale” che ha in progetto la costruzione di una casetta per Aurora. Aurora è una bimba dolcissima di 14 anni, alta un metro con patologie di varia natura. Viveva a Colleposta, una delle frazioni di Accumuli distrutte dal terremoto d’agosto, e ora vive a Castiglione di Monreale, a 1.200 metri di altitudine, all’interno di una roulotte. Aurora ha quindi passato un inverno freddo, gelido, e ha bisogno di una casetta. La si può aiutare partecipando al grande pranzo comunitario che si terrà dalle 12.30 alle 16, sui tavoli apparecchiati al centro della via Emilia, oppure prenotando i piatti per l’asporto dalle 11.30 alle 12.30.

Dalle 10 alle 20, nella via Emilia pedonalizzata, ci saranno stand gastronomici per accontentare tutti i gusti con prelibatezze, borlenghi, fritti, porchetta, dolcetti, eccetera. Non mancheranno spettacoli di artisti di strada, musica con la partecipazione anche di Beppe Maniglia e divertimento per tutti. Nelle varie bancarelle sarà infine possibile acquistare prodotti della terra a chilometri zero: frutta, verdura, miele, vino, formaggi e tanto altro, oltre a oggetti artistici e artigianali.

Aurora è seguita da 12 anni dall’assistente domiciliare, che conosce l’esigenze della bambina come fosse la sua mamma. La soluzione dell’albergo proposta a questa famiglia, implicherebbe che la bimba rinunci all’assistenza di cui ha bisogno. Una scelta assurda, alla quale si potrebbe rimediare portando una casetta che abbia le comodità di una casa normale, senza barriere architettoniche. Il terreno edificabile della famiglia non è raggiungibile con un prefabbricato, quindi si dovrà costruire da zero la casetta in legno lavorando con pezzi assemblabili. Per info: laviadelsaleonlus@gmail.com. Via Provinciale 25, 02010, Cittareale (RI). IBAN: IT47o0100503240000000002838.

Giancarlo Fabbri

Advertisements

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...