Sabato in Sala Primavera va in scena “Va a tur dal blues”

va-a-tur-dal-blus

Ozzano (Bologna)

Sabato 3 dicembre, alle 21, nella sala Primavera di via Garibaldi 36, va in scena lo spettacolo di musica e prosa “Va a tur dal blues”, proposto dalla Compagnia Gloria Pezzoli, con la chitarra di Giorgio Cavalli (Mister Blue) e la fisarmonica di Ruggero Passerini; lettura testi di Gloria Pezzoli e Giorgio Giusti che ne cura anche la regia. Si tratta di una storia, divertente e commovente di blues man bolognesi. Spettacolo che fa parte del cartellone della rassegna di teatro comico e dialettale “Inverno a Teatro”, promossa da 11 anni dal circolo Arci-Uisp di Ozzano e dalla locale sezione del sindacato pensionati Spi-Cgil, organizzata da Erminia (Mina) Chiusoli con patrocinio del Comune. La rassegna teatrale dialettale, ma non solo, si concluderà nel marzo 2016 con la partecipazione di note compagnie teatrali. Ingresso 9 euro, per info e prenotazioni: 051.796417; 051.799322; 347-0019431.

“Inverno a Teatro” era nata 11 anni fa come tentativo di distogliere gli ozzanesi, e non solo, dalle poltrone davanti al televisore proponendo quelle della sala Primavera con spettacoli brillanti e comici dal vivo. Rassegna che in questi anni ha portato in scena tanti spettacoli, con le migliori compagnie di Bologna e provincia, vedendo continuamente crescere l’interesse del pubblico verso il teatro ancora oggi, grazie all’impegno di Mina, un appuntamento fisso e atteso di anno in anno.

Il cartellone della Sala Primavera prevede, per i prossimi spettacoli, il 14 gennaio la comicità con la Compagnia Piùomeno che porta in scena “Tre giorni a Villa Quiete” di Gian Piero Sterpi. Il 28 gennaio ritorna il dialetto con la commedia in tre atti “Boja d’un Dievel”, di Marcello Gamberini, prodotto dall’associazione culturale castenasese Al Nostar Dialatt con regia di Mauro Baricordi. Ancora musica, balli, canti e testi in dialetto l’11 febbraio con “Sti tenti Cl’ariva l’inveran!” proposto dalla Taverna de Rodas. Il 25 le recite si concludono con “L’ultma zanna” (l’ultima cena, ndr), tre atti con testi e regia di Romano Danielli, prodotto da I Cummediant Bulgnis. Ma non la rassegna che avrà il suo tradizionale finale il 12 marzo con il pranzo e spettacolo per la “Festa della donna” con inizio alle 12.30. Per prenotazioni del pranzo, entro il 9 marzo: 051.799322; 347-0019431.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...