Castrum Ulziani torna al medioevo, per una cena … e due giorni

Badessa 17

Ozzano (Bologna)

«Dame, cavalieri e navigatori del web udite, udite. A Castrum Ulziani, che ora si favella Ozzano, la trentesima edizione della “Sagra della Badessa” ci riporterà per una cena, e due giorni, in epoca medievale». Così un araldo, o banditor, d’altri tempi annuncerebbe una festa che apre la stagione estiva ozzanese organizzata dalla Proloco Ozzano, presieduta da Aldo Gori, assieme alle varie associazioni del territorio e con la partecipazione di gruppi provenienti anche da altre province.
Il via alla sagra alle 20 di venerdì 22 maggio, in viale Repubblica, con la “Cena Medievale” nello stupendo scenario della tenuta “Palazzona di Maggio”, in via Panzacchi 16 in frazione Maggio, già oggetto lo scorso 22 marzo di una visita di 1.200 persone in occasione della “Giornata Fai di Primavera. Il menù, scritto in simil volgare (la lingua di Dante, o quasi) sarà ovviamente in tema, rustico e sofisticato, con profumi e sapori genuini d’altri antichi tempi con l’allegro pasto allietato da uno spettacolo dei Clerici Vagantes di Ravenna.
Sabato 23 la sagra apre i suoi battenti alle 16 in via Repubblica con: medieval mercato, accampamento medievale e combattimenti, mostre e banchi gastronomici, antichi mestieri, giullari, mangiafuoco, giochi e animazioni per tutti. Alle 17 nella vicina via Maltoni 22, Centro per le Famiglie, inaugurazione mostra di sculture multimateriali realizzate da Marinella Borgia. Alle 20 partenza dei cortei dei terzieri – il Blu (la collina) dalla piscina di via Nardi, il Rosso (via Emilia e capoluogo) dal parcheggio PalaGira, il Verde (la pianura) da via dell’Ambiente – che si incontreranno poi in sagrato Monsignor Cesare Sarti, davanti alla chiesa di Sant’Ambrogio (tra piazza Allende e viale 2 Giugno). Qui i terzieri che poi combatteranno per lo storico “Palio dell’Oca” riceveranno la benedizione con le reliquie della Beata Lucia, Badessa da Settefonti, seguita dall’esibizione degli “Sbandieratori Petroniani” e della “Compagnia de’ l’Ordallegri” di Mantova.
I terzieri riuniti, accompagnati da dame e cavalieri, nobili e plebei, frati e chierici, armigeri e arcieri, musici e cantori, percorrerà le vie di Ozzano fino al campo di via Repubblica nei pressi del municipio. Qui la serata sarà chiusa dalla “Compagnia d’Arme delle Spade” con una rivisitazione teatrale della “Leggenda della Badessa di Settefonti”.
Domenica 24 maggio alle 10 riaprono tutte le mostre e le attività con pomeriggio dedicato al grande mercato straordinario. Alle 20 corteo storico dei figuranti con la partecipazione della “Compagnia degli Arcieri dei Graffiti”, di Castel San Pietro, e dell’associazione “Nobiltà e Contado” di Pistoia. Indi giuramento dei rappresentanti dei terzieri, “Palio dell’Oca”, premiazioni e gran finale con i fuochi artificiali.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...