Festa della storia al Museo, dal piccone alla talpa

Featured image

Pianoro (Bologna)

Anche quest’anno, in occasione dell’undicesima edizione, il Museo di Arti e Mestieri “Pietro Lazzarini”, in via del Gualando 2 a Pianoro (Bologna), partecipa alla “Festa internazionale della Storia” con varie iniziative rivolte sia agli adulti sia alle scuole.
Sabato 18 ottobre, alle 15, apertura della mostra fotografica, libraria e documentaria “Dalla pala e piccone alla talpa” che sarà inaugurata ufficialmente alle 16 con la partecipazione delle autorità. La mostra illustra gli ottant’anni della ferrovia “Direttissima” Bologna-Prato-Firenze attraverso foto d’epoca e attuali a confronto, e con oggetti d’epoca legati alla storica “Direttissima” e, per estensione, al viaggio.
Nel pomeriggio ci sarà una breve conferenza di Romano Colombazzi, tecnico delle Ferrovie dello Stato e storico locale, e di Adriano Simoncini, storico della cultura montanara e scrittore, su: “La Direttissima – Strada ferrata Bologna-Firenze tra memoria e futuro”. A seguire la proiezione di due filmati: uno realizzato dagli alunni della scuola media “Vincenzo Neri” di Pianoro durante i lavori del Tav-Cavet per la linea dell’Alta velocità; l’altro realizzato dal Fotocineclub Pontevecchio nel corso della rievocazione storica “Picco e pala gli 80 anni della Direttissima”, svoltasi il 6 aprile scorso su tutta la linea ferroviaria storica, con riprese alla stazione di Pianoro.
La mostra “Dalla pala e piccone alla talpa” sarà aperta il sabato e la domenica, dalle 15 alle 18, fino al 2 novembre. Aperture speciali nei giorni 21, 22 e 23 ottobre, dalle 9 alle 13, visite guidate rivolte alle scolaresche interessate alla mostra. Gli insegnanti possono prenotare la visita telefonando al numero: 338-7738701. Il progetto espositivo è sostenuto anche dall’assessorato alla cultura del Comune di Pianoro nell’ambito della programmazione socioculturale “Idee Erranti”.
Domenica 26 ottobre, alle 16, conferenza del professor Federico Cinti sul tema: “Ulisse, il naufragio dello spirito – Introduzione, recita e commento del canto XXVI dell’Inferno di Dante”. Il docente propone al pubblico gli elementi per comprendere la sequenza di avvenimenti narrati e i personaggi incontrati nel 26° canto che reciterà per intero, a memoria. A seguire, attraverso una forma di interlocuzione coadiuvata dal dottor Angelo Bernasconi, il professor Cinti illustrerà le principali tematiche di natura filosofica e culturale che questo canto suscita e ha suscitato nei secoli. Il pomeriggio culturale, curato nel museo dalla Libreria Pinakes di Pianoro, si concluderà con un buffet.
Per informazioni: 051.776927 (museo); 051.6529105 (Comune di Pianoro); info@museodiartiemestieri.it; http://www.museodiartiemestieri.it.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...