Una cena col pesce per le “Tende di Cristo” di fratel Francesco

Fratel Francesco all'Arci con alcuni dei suoi tanti sostenitori

Fratel Francesco all’Arci con alcuni dei suoi tanti sostenitori

San Lazzaro (Bologna)

Seguendo la sua vocazione l’Arci di San Lazzaro anche in settembre dà ospitalità alle iniziative umanitarie. Infatti non capita tutti i giorni di fare del bene con la buona cucina e occorre prendere al volo le occasioni. Infatti dal 2005 gli amici di fratel Francesco Zambotti, sacerdote trentino, anche quest’anno hanno organizzato una cena di pesce per sostenere le sue “Tende di Cristo”. Ossia 17 comunità aperte da fratel Francesco per bambini, donne abbandonate e malati di Aids. Cena che si terrà, alle 20.30 del 26 settembre, nella Sala 77 dell’Arci nell’ambito del “Festival del Pesce di Mare” giunto alla 26esima edizione. Per prenotare telefonare ai numeri: 338-5684670 (Lina); 328-3394638 (Agata).
Alle tante comunità fondate dal religioso trentino, avviate in Italia, in Brasile e in Messico – che come don Olinto Giuseppe Marella (più noto come Padre Marella e in via di beatificazione, ndr) ha dedicato la sua vita al sostegno degli ultimi con solidarietà umana -, se n’è aggiunta un’altra, a Castagnero nel vicentino, per ospitare, almeno temporaneamente, uomini separati, molto spesso padri, che hanno perso la casa con la rottura del legame familiare. Per dare un sostegno alle Tende e alle iniziative umanitarie di fratel Francesco è disponibile il conto corrente postale 12084265 intestato all’onlus “La Tenda di Cristo” via Oseline 2 – 26037 San Giovanni in Croce (Cremona). Info: http://www.latendadicristo.it.
Zambotti, infermiere professionale prima di prendere i voti e di ottenere l’ordinazione sacerdotale, ha sempre dedicato la sua vita alle persone emarginate prima in Italia poi nel mondo. Dopo i voti fu direttore della clinica psichiatrica di Predappio poi, a Roma, come economo generale dell’ordine e infine, a Cremona, direttore dell’ospedale dei camilliani. Ma però la scrivania non era nelle sue aspirazioni, e nel suo carattere, e decise di ripartire da zero aprendo centri di accoglienza. Nonostante l’impegno di sacerdote, e di filantropo, ha scritto articoli, saggi e fiabe, raccolti in una ventina di volumi, che gli hanno consentito di ricevere vari premi letterari nazionali e internazionali sia in Italia che all’estero. E un sostegno gli viene anche dalla buona tavola col pesce dell’Arci.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...