Premiati a Monzuno Nascetti, Fabbri e Trerè

Il volantino del concorso e la copertina del libro

Il volantino del concorso e la copertina del libro

Monzuno (Bologna)

Giovedì sera nel rinomato ristorante Gustavino&Passalacqua, a Selve di Monzuno (Bologna) si è svolta la premiazione della seconda edizione del concorso letterario “Oggi scrivo io” indetto dal Comune di Monzuno in collaborazione con lo stesso ristorante e con il gruppo di studi storici Savena Setta Sambro che ha sede a Monzuno.
Al primo posto si è classificato Eugenio Nascetti, di Loiano, con il racconto storico “Avanti che il passo è libero”, al secondo Giancarlo Fabbri, di Pianoro, con il testo giallo “Nero fumo e rosso sangue”, terzo Romano Trerè, di Bologna, con un noir sportivo a titolo “Fischio finale”. Segnalati al quarto posto, a pari merito, Giuseppe Atti per la poesia e, per i racconti, Mario Baruzzi, Annalisa Zucchi, Matteo Freddi e infine, fuori concorso, Pierangelo Gargano.
Tutti i testi sono stati raccolti in un volume, a titolo “2° Concorso di scrittura Oggi scrivo io”, stampato a Roma dal Gruppo Editoriale L’Espresso Spa, in vendita nelle librerie Feltrinelli o acquistabile on line sul sito web: http://www.ilmiolibro.it. Stesse modalità di acquisto per il volume che ha raccolto i testi vincitori della prima edizione del concorso che vide sul podio, del 2013, Catia Cicchetti prima con un bellissimo e coinvolgente “Maturità”, Claudio Cappelletti secondo con il simpatico “Grizzana preistorica” e, terzo, Giancarlo Fabbri con l’originale “Un sogno che non è morto all’alba ma su un colle”.
Nella seconda edizione la giuria ha goduto della consueta presidenza del barbuto ristoratore, scrittore, grafico e pittore (non saprei dire qual è la sua attività preminente, ndr) Sergio Pozzi che ha anche offerto ai presenti una cena notturna da leccarsi i baffi. Poi della disponibilità degli scrittori, in veste di giurati, Fabrizio Carollo, Mauro Fornaro e Lorena Lusetti. Una bella serata che ha visto anche la partecipazione di ospiti che hanno letto alcuni loro lavori recenti.
Come ha poi osservato Ermanno Pavesi, vicesindaco di Monzuno e assessore alla cultura, principale promotore del concorso letterario: «Mi è sempre piaciuto scrivere; mettere su carta il proprio pensiero, i sogni, i desideri e tutto quello che può passare per la mente. Credo nello scrivere, ma penso che sia importante dare la possibilità a tutti gli scrittori di tirare fuori le loro opere dai cassetti e metterle in mostra. La cosa più bella che possiamo fare è far leggere i nostri frutti agli altri per ottenere un apprezzamento o una critica. E’ per questo che è nato il concorso letterario, giunto alla seconda edizione, e spero ne seguano altre. Un concorso aperto a tutti: giovani e adulti, donne e uomini. Non abbiamo neanche mai voluto dare un tema, un soggetto. La fantasia e la creatività devono essere libere di esprimersi. Uscire allo scoperto, far leggere quello che magari è stato scritto di getto o un anno addietro o ancora più indietro, è una dimostrazione di mettersi in gioco. Qualità che, al giorno d’oggi hanno veramente in pochi».

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...