Applausi per tutti nel Teatro del ‘700

Immagine

Bologna – San Lazzaro 

Quando canti, musiche e parole hanno in aggiunta la suggestione di un luogo di incomparabile bellezza assumono un sapore, o un profumo, “diverso” con percezioni o sensazioni più intense e condivise. Il luogo è quello del cosiddetto “Teatro del 700”, un vero gioiello posto nell’ala sinistra della storica Villa Aldrovandi Mazzacorati sita in via Toscana 19 a Bologna. Un teatrino da un’ottantina di posti, con due ordini di balconate, che fu realizzato per volontà di Giovan Francesco Aldrovandi, e inaugurato nel 1763. E tuttora, grazie all’associazione “Cultura e Arte del ’700“, vi si svolge una regolare e intensa stagione di conferenze, concerti, opere liriche, recite e spettacoli.
Come l’8 maggio quando, su iniziativa dell’associazione sanlazzarese Juvenilia Club presieduta dalla professoressa Paola Tabacchi, si è svolta una serata di musica e prosa ricordando il soprano Anna Maria Monti Gorini, scomparsa nel 2012 che per molti anni aveva diretto il coro “July” della stessa associazione. Tra palcoscenico e platea si sono alternati i canti del coro “I Guelfi”, diretto dal maestro Pietro Puglioli, alle voci di Roberto Breschi e di Rosa Zingarelli nella lettura di testi prodotti dal laboratorio di scrittura creativa di Juvenilia Club.
Il gruppo corale è stato fondato nel 1995 dallo stesso Pietro Puglioli, quando già aveva una lunga esperienza in vari cori bolognesi, prendendo nome da via Guelfa dove i coristi si riunivano per le prove. In precedenza Puglioli aveva infatti diretto per vent’anni il coro “Leone” di Bologna e per quattro il “Le Cime” di Pianoro. E fin dagli esordi il gruppo si è caratterizzato per una spiccata originalità con un repertorio composto, in lingua originale, da brani di musica leggera, da film d’oltreoceano, da classiche canzoni spagnole, western, latino-americane, ma anche tradizionali italiane e natalizie da tutto il mondo.
Coro applauditissimo così come i testi letti che alla fine, come in una sorta di festival, sono stati sottoposti al giudizio dei presenti. Senza tante sorprese, vincitrice più volte del concorso bolognese “Giorgio D’Ascia e di concorsi nazionali, al primo posto si è collocata Valeria Gelli con “Buonanotte angelo mio”, al secondo Bruno Barnabei con “Matteo Giorgini” e al terzo Giuseppina Scalesciani con il trittico: “La mia penna vagabonda”; “Come eravamo” e “Inno alla malinconia”.
Juvenilia Club chiuderà la stagione 2013-2014 venerdì 16 maggio con una grande festa, in abito scuro con cena, musica e danze, che si terrà nel prestigioso Savoia Hotel Regency di via del Pilastro 2/3. Per info e adesioni: 051.460141; 051.464393; paola.tabacchi@libero.it.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...