Entro l’estate si finisce il quarto lotto della Lungosavena

Immagine

Il lotto due della Lungosavena aperto al traffico qualche mese fa 

Bologna-Castenaso-Granarolo 

«Riguardo al quarto lotto della Lungosavena stimiamo che il termine dei lavori sia alla fine del mese di luglio prossimo. La durata dei lavori è però inevitabilmente condizionata dall’andamento meteorologico stagionale e dall’umidità dei terreni, per tali motivi i tempi non sono preventivabili con maggiore esattezza». Questa in conclusione la risposta dell’assessore provinciale alla viabilità Maria Bernardetta Chiusoli al consigliere provinciale del gruppo Udc Mauro Sorbi che ha chiesto conferma di quanto avevamo anticipato due mesi fa. Ossia che il Ministero della difesa, dopo alcuni decenni, aveva finalmente concesso l’autorizzazione allo spostamento di un oleodotto militare.
Come ha riferito l’assessore al consigliere «ai primi di febbraio si è conclusa la pratica necessaria allo spostamento dell’oleodotto tramite la registrazione e la ricezione della convenzione. Il lavori sono subito iniziati, il 10 febbraio scorso, affidandoli alla aggiudicataria Cesi e alla Berti Group in subappalto attivando una polizza assicurativa di 30 mila euro per l’esecuzione dei lavori. Le opere per lo spostamento dell’impianto, e il successivo collaudo – ha poi precisato la Chiusoli – comportano circa due mesi di lavoro e altri due mesi sono necessari alla realizzazione parti stradali connesse. Nel dettaglio significa che a partire dalla seconda metà di aprile si procederà al completamento della strada, all’esecuzione delle finiture e della segnaletica per poter infine aprire al traffico questo settore della Lungosavena».
Infatti il lotto quattro con uno sviluppo totale di sei chilometri e 650 metri di competenza della Provincia, da via Bargello alla Trasversale di Pianura, era stata completata per sei chilometri aperti al traffico nel maggio del 2012. Mentre manca ancora il tratto da via del Frullo a via Bargello, di 650 metri, bloccato dalla presenza di quell’oleodotto da spostare. Nel frattempo è già stato completato il lotto due che va dalla nuova rotonda di via dell’Industria a quella di via Bargello. Dalla prossima estate si potrebbe già percorrere la Lungosavena dalle aree produttive Ca’ dell’Orbo-Roveri fino alla Trasversale di Pianura.
Con un però. Tra il primo (Tangenziale-Novotel), aperto al traffico 19 anni fa, e il secondo c’è un terzo lotto (Novotel-via dell’Industria) di 2.500 metri che non si sa come e quando sarà realizzato e ancora da finanziare con un costo preventivato, nel 2010, da un minimo di 12 milioni, con viadotto, ai 41 milioni in galleria. Un sogno per il comitato “Per Villanova”, presieduto da Dario Chiletti, che da molti anni chiede la realizzazione “completa” della Lungosavena, compreso il lotto due bis (dalla San Vitale a via dell’Industria) per dare respiro alla trafficata frazione di Castenaso. Col lotto due bis spostato verso Castenaso e dirottato su via Bargello; ma questa è un’altra storia.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...