Sabato s’inaugura “Collina in fiore” un progetto da 20 milioni di euro

Immagine

Da sinistra: Luca Lelli, Loretta Masotti, Gianfranco Franchi, Isa Tolomelli e Fausto Mariotti

Ozzano (Bologna)

Alle 10.30 di sabato 29 marzo in via Impastato 26-30, nuova via di Ozzano (Bologna) che inizia all’angolo tra le vie Galvani e Mazzini, si terrà l’inaugurazione del complesso residenziale “Collina in fiore”. Cerimonia che è stata anticipata da una conferenza stampa svoltasi nella sala consiliare del municipio ozzanese con relazioni del sindaco Loretta Masotti, del vicesindaco Luca Lelli, di Gianfranco Franchi presidente della cooperativa edificatrice Ansaloni, del vicepresidente Isa Tolomelli e di Fausto Mariotti direttore dei lavori.
Nell’incontro il sindaco Loretta Masotti si è detta «contenta di poter inaugurare l’insediamento residenziale “Collina in fiore” al confine col territorio collinare e inserito in aree verdi attrezzate. Un ambizioso progetto, nato su iniziativa dell’allora presidente Franco Lazzari, che per si rivolge a categorie sociali svantaggiate come giovani coppie e anziani con spazi condivisi; e attenzione all’ambiente, e al risparmio energetico, che permetterà un aumento della qualità di vita».
«Crediamo che i buoni rapporti con gli enti locali – ha rimarcato Franchi – siano fondamentali nell’interesse collettivo, di chi costruisce e di chi ci andrà ad abitare nelle case che costruiamo. Sono tutte in classe A e antisismiche con finalità sociali, quelle per cui nascono le coop edilizie per dare risposte a chi cerca casa a costi equi. Per i giovani, coppie o single, offriamo case in affitto che possono essere riscattate dopo tre anni scontando i canoni già pagati. Per gli anziani – riferisce ancora Franchi – canoni concordati venticinquennali, o vita natural durante scontati del 20%; e ce ne sono anche in vendita».
Nel dettaglio sabato si vanno a inaugurare cinque fabbricati per un totale di 59 alloggi, tutti convenzionati, di cui 26 in affitto per anziani, 24 in affitto a riscatto per giovani e 9 per la libera vendita. In tutto il progetto, da circa 20 milioni di euro, prevede in futuro la realizzazione di altri alloggi in libera vendita in tre palazzine, da dieci appartamenti ciascuna, non iniziate per via della crisi del mercato. Tutti sono classe A, con solare termico, fotovoltaico con scambio sul posto, impianti di micro cogenerazione, riscaldamenti a pavimento e cappotto esterno.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...