Tanta gente con Morandi all’inaugurazione della “Sala 77”

Immagine

San Lazzaro (Bologna)

Tanta gente all’inaugurazione della nuova struttura dell’Arci di San Lazzaro (Bologna), uno dei più grandi d’Italia con i suoi seimila soci, con padrino un volontario del tutto speciale come Gianni Morandi nazionale da anni sanlazzarese di residenza. Un grande interprete della canzone italiana da ammirarne anche per la pazienza con varie decine di ammiratrici, e non solo, hanno voluto essere fotografate, a ricordo di un giorno speciale, accanto all’eterno ragazzo di Scaricalasino.

In tanti quindi ad apprezzare la nuova costruzione costata mesi di lavoro e quasi tre milioni di euro, che grazie anche alle nuovissime e attrezzate cucine ospiterà anche sagre, feste, tombole, convegni. Con Salvatore Caronna, europarlamentare, a dire che «una struttura come quella sanlazzarese non ha eguali né in Italia né nel resto d’Europa». Anche Stefano Brugnara, presidente provinciale dell’Arci, ha riferito che «i delegati al recente congresso nazionale dell’Arci, venuti per il pranzo, si sono detti stupiti della funzionalità del nuovo edificio, e delle sue cucine, vero monumento alla laboriosità sanlazzarese».

Soddisfazione espressa dall’assessore provinciale Marco Pondrelli, sanlazzarese, a ricordare il nonno «che qui giocava a bocce nel campo da gioco scoperto a fianco della Casa Rossa, ex fienile allora sede dell’Arci». Dando merito all’amministrazione locale di aver sostenuto il circolo ricreativo e sportivo a diventare grande e importante. Con Isabella Conti, candidata sindaco per il centrosinistra, ad assicurare che «l’inaugurazione è la premessa di una continua collaborazione per far si che l’attività dell’Arci, e delle tante sportive e ricreative legate al circolo possa sempre proseguire al meglio». Mentre il sindaco, Marco Macciantelli, ha ribadito «il valore delle attività non profit, come quelle dell’Arci, che fanno economia nel sociale. Non per arricchire qualcuno ma la comunità locale con questa struttura bella, accogliente, che è e rimarrà sempre patrimonio della collettività sanlazzarese».

«La grande sala che ha sostituito il tendone per le sagre – ha detto il vicepresidente Franco Fanizzi –, da oggi ha nome “Sala 77” per ricordare le origini del circolo e i tanti che dal 1977 a oggi hanno lavorato come volontari per renderlo sempre più grande e accogliente a favore dei soci e della popolazione». Col presidente Carlo Pesci e i suoi predecessori Rino Montroni e Renzo Berti a ricordare quasi quarant’anni di volontariato. Infine la benedizione del parroco don Giovanni Benassi e il taglio del nastro da parte del sindaco affiancato dal padrino della manifestazione il volontario Arci Gianni Morandi.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...