Conferenza su Claterna e sulla “Casa del Fabbro”

Immagine

Bologna

Alle 21 di martedì 11 marzo nel  centro sociale “G. Costa”, a Bologna in via Azzo Gardino 48, ci sarà una conferenza di Paola Desantis e Antonella Pomicetti (della Soprintendenza per i beni archeologici), e di Maurizio Molinari e Claudio Negrelli (dell’associazione Civitas Claterna) con tema: “La domus del settore 11 di Claterna e la Casa del Fabbro: una nuova tappa per la valorizzazione dell’antica città”. In pratica si intende rispondere a una domanda: è possibile ricostruire una casa romana con le stesse tecniche di duemila anni fa? Ebbene tra i resti dell’antica Claterna, a Maggio di Ozzano (Bologna), si può e si sta facendo con la collaborazione di esperti e di volontari.

Nell’incontro in programma martedì l’archeologo di Civitas Claterna, Maurizio Molinari, illustrerà le opere di valorizzazione in corso nel settore 11 del sito di Ozzano, dove si stanno riproducendo mattoni in argilla cruda, graticci, intonaci e pavimenti con le stesse tecniche praticate in antico, e ricostruendo gli alzati anche riutilizzando mattoni sesquipedali e laterizi originali recuperati in altri scavi.

Il suo intervento sarà preceduto da quello dell’archeologa Paola Desantis, direttore dell’area archeologica di Claterna, che parlerà delle problematiche del sito e della storia degli scavi, ripresi nell’ultimo decennio. L’archeologo Claudio Negrelli, responsabile scientifico di Civitas Claterna, illustrerà quanto emerso dagli ultimi scavi nel settore 11 di Claterna e le caratteristiche del progetto triennale promosso dall’associazione e dalla Soprintendenza, con l’Università di Venezia e con il sostegno di Crif Spa (il maggiore tra i molti sponsor del progetto), che ha portato alla proposta di ricostruzione della casa romana ritrovata. Concluderà la serata la relazione della restauratrice della Soprintendenza, Antonella Pomicetti, responsabile del restauro e della conservazione dei rinvenimenti nella città, approfondirà le problematiche delle strutture e dei materiali riemersi a Claterna.

La conferenza anticipa i temi che saranno oggetto delle Giornate Fai di quest’anno, in programma su tutto il territorio nazionale sabato 22 e domenica 23 marzo, dedicate all’imperatore Augusto di cui ricorre il bimillenario della morte avvenuta a Nola nel 14 d.C. In occasione delle Giornate Fai sarà infatti inaugurato e aperto al pubblico il nuovo allestimento del sito di Claterna, con visite guidate in italiano e inglese a cura degli archeologi della Soprintendenza per i beni archeologici dell’Emilia-Romagna e dell’associazione culturale Civitas Claterna.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...