Tortellini e altre storie… anteprima in Emil Banca

Immagine

Bologna

“Tortellini e altre storie. Dal ’68 ai fornelli”. Basta il titolo di questo libro, opera prima di Marilena Lelli appena sfornato dalla Minerva Edizioni di Bologna, per immaginare caldi profumi di brodo e i sapori appena speziati dalla noce moscata dei tortellini modellati come l’ombelico di Venere. Sapori di tradizione gastronomica emiliana contesa tra Modena e Bologna che ha infine visto, qualche giorno fa, la vittoria di una cuoca bolognese (Lucia Antonelli, di Castiglione) che ha, infatti, proposto tortellini “popolari” come quelli fatti in casa.

Libro di cucina, ma non solo, che alle 18 di mercoledì 5 febbraio sarà presentato a Bologna, nella Sala delle Colonne di Emil Banca in via Mazzini 152. A presentare il libro, e l’autrice insegnante alle medie “Guido Reni” di Bologna, ci saranno lo storico bolognese Marco Poli, il direttore generale di Emil Banca Daniele Ravaglia, il giornalista Roberto Zalambani, marito della Lelli, segretario generale dell’Unaga (Unione giornalisti dell’agroalimentare e dell’ambiente).

Il volume, da poco in libreria, diffonde la cultura culinaria di Bologna. E oltre ai testi e alle ricette, di Marilena Lelli, nel libro ci sono anche i contributi di Roberto Zalambani, di Lisa Bellocchi viso televisivo come giornalista del telegiornale regionale Rai 3 e di Marino Ragazzini gran prevosto della Dotta Confraternita del Tortellino.

Ma questo libro – spiega la presentazione editoriale – non è rivolto soltanto al buongustaio, non parla solo di ricette, perché racconta una città e storicizza i profumi dell’infanzia, quei sapori che riescono a permeare un’esistenza. Non a caso i tortellini, simbolo gastronomico della città felsinea, trovano posto fin nel titolo del libro.

Se non esistessero i testi di cucina della nonna fra qualche anno chi saprebbe più fare le lasagne o la torta di riso? Come potremmo gustare l’aroma fragrante delle crescentine unite alla mortadella? Il libro non propone ricette nuove, od originali, ma gusti semplici e familiari, profumi della nostra infanzia di cui molti giovani, purtroppo, non sono a conoscenza, privati di una grande esperienza o abituati ai pronti a cuocere o ai precotti da scaldare nel microonde. Il libro cerca di riconsegnare la nostra tradizione alla prossima generazione.

A dimostrare la bontà (delle ricette) del libro al termine della sua presentazione ci sarà l’aperitivo con una morbida ciambella preparata seguendo una delle tante ricette di Marilena Lelli. L’ingresso è libero.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...