Anche Pieraccioni domenica dirà…“Io ci sono”

Immagine

Erminia (Emy) Vacca assieme a Leonardo Pieraccioni con il logo dell’associazione “Io ci sono… ” 

Pianoro (Bologna) 

Alle 12.30 di domenica 1 dicembre, nel Top Hotel Park di Pianoro (Bologna) in via Nazionale 67, ci sarà l’attore e regista Leonardo Pieraccioni a dire “Io ci sono per vincere la neurofibromatosi”. Frase che è anche il nome dell’associazione presieduta da Erminia (Emy) Vacca con sede alla Ponticella di San Lazzaro in via del Colle 1.
Oltre al ritorno di Pieraccioni, storico testimonial dell’associazione ci saranno anche i cabarettisti e comici Marco Dondarini, Davide Dalfiume, Maurizio Grano, Bruno Nataloni, il Mago Simon, Bob Messini, Duilio Pizzocchi, Andrea Vasumi e Tommaso Terrafino.
Amici di vecchia data e nuove conoscenze di “Io ci sono”, insieme, per festeggiare il compleanno di un’associazione, che da dieci anni combatte contro una malattia rara e incurabile: la neurofibromatosi.
Sarà un pranzo ricco di sorprese dove insieme alla buona cucina non mancheranno le gag degli amici artisti che da anni, gratuitamente, sono a fianco dell’associazione per raccogliere i fondi per la ricerca e l’assistenza. Per i più piccini andranno in scena anche i burattini di Riccardo Pazzaglia fedeli alla tradizione bolognese. Poi tanta musica con il cantautore bolognese Kuda mentre la band “Emily 86” regalerà a “Io ci sono” una nuova canzone scritta appositamente per l’evento.
Per prenotazioni del pranzo, fino ad esaurimento dei posti disponibili: 339-4986690; iocisono04@tiscali.it; http://www.associazioneiocisono.it.
Per chi non la conosce “Io ci sono… ” è una piccola associazione onlus bolognese che da dieci anni mette cuore e anima per combattere la neurofibromatosi, una tremenda malattia genetica rara che purtroppo ancora non ha cura e che fatica a trovare investimenti per la ricerca.
Infatti tutto il ricavato della festa andrà a finanziare i progetti per la ricerca, l’assistenza e la presa in carico dei malati dall’infanzia all’età adulta. Progetti messi a punto dall’associazione col professor Onofrio Donzelli, primario di Ortopedia pediatrica dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, e direttore scientifico dell’associazione. Una collaborazione decennale, quella tra associazione e Ior, che è centro di riferimento regionale per le malattie rare scheletriche, con un ambulatorio attivo da quattro anni, e che ha già visto la realizzazione di un protocollo di ricerca sulle cellule staminali che ha ottenuto risultati incoraggianti.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...