Il premio “La Torre” a Carlo Benassi e Adriana Lodi

Immagine

Carlo Benassi esempio di volontariato sociale e di solidarietà umana 

Ozzano (Bologna) 

Alle 11 di stamattina, sabato 23 novembre, nel municipio di Ozzano (Bologna) si è svolta un seduta aperta del consiglio comunale dedicata all’assegnazione del premio “La Torre”. Un riconoscimento istituito dall’amministrazione comunale rivolto alle “personalità che si siano distinte per particolari meriti letterari, storici, artistici, sportivi, economici, scientifici o per l’impegno civile e nel volontariato”.
Le personalità insignite, nella quarta edizione del premio sono stati Carlo Benassi e Adriana Lodi con le seguenti motivazioni: “A Carlo Benassi, per l’impegno a favore della comunità. Il Comune di Ozzano lo ringrazia per l’impagabile attività in tutti i campi del volontariato. Organizzatore di tanti eventi benefici e di iniziative che arricchiscono il paese. Risorsa preziosa nella costruzione e nel mantenimento di relazioni fra le persone alla base del fare e dell’essere comunità”.
“Ad Adriana Lodi, per il suo infaticabile impegno che ha profuso nei settori dell’assistenza e dei servizi sociali e dell’infanzia. Il Comune di Ozzano dell’Emilia la ringrazia per aver tenacemente portato avanti e vinto la grande battaglia contro l’istituzionalizzazione degli anziani e dei bambini. Per i risultati ottenuti a favore dei diritti delle donne e dei più deboli, con spirito generoso e cuore solidale”.
Adriana Lodi è stata parlamentare alla Camera dei deputati per sei legislature, senza interruzioni, dal 1968 al 1991. Assessore ai servizi sociali al Comune di Bologna, dal 1966 al 1970, dove aveva inaugurato a Bologna, nel 1969, i primi due asili nido in Italia a gestione comunale ben due anni prima della legge.
Carlo Benassi, a Ozzano dal 1954, è stato mezzadro, metalmeccanico e postino. Impegnato nel volontariato è stato donatore dell’Avis. Pratica lo sci di fondo dal 1972 con la partecipazione a ben 132 gare oltre i 40 km al suo attivo. Nel 2011 è stato insignito dal Coni provinciale del premio “Una vita per lo sport”.
L’albo d’oro del premio “La Torre” vede come insigniti nel 2004  Marco Vacchi (Ima Spa) e Tonino Pirini (ex sindaco), nel 2006 Corrado Zaini (Fatro Spa) e Giovanni Capitanio (Scuola di Musica) e nel 2009 Suor Cecilia Arlotti (Scuola Materna “Cav. Foresti” a Maggio) e Mirella Cassani (Istituto Ramazzini). Un premio meritato.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...