Ancora applausi per le Ramazzine

Immagine

Dall’alto a sinistra in senso orario: Pier Paolo Busi, Angiolina Guaragna, Paolo Nicoli e il circolo Zinella 

San Lazzaro (Bologna) 

Le Ramazzine, non è un errore di battitura perché non sono ragazzine, anche domenica scorsa sono state molto applaudite da tutti nel circolo Zinella di San Lazzaro. Non per il canto, non per la recitazione o per le danze, ma per i tortellini preparati, cucinati e serviti alla “Sagra del Tortellino” organizzata dalla sezione locale dell’onlus “Istituto Ramazzini”. Un gruppo di volontariato sanlazzarese quasi tutto al femminile, ma presieduto da Paolo Nicoli, che si impegna a sostenere il “Ramazzini”. Un istituto fondato dall’oncologo professor Cesare Maltoni, che da oltre vent’anni prosegue un’intensa attività di ricerca sui tumori, e sulle malattie professionali, e per la loro prevenzione al motto di Bernardino Ramazzini: “prevenire è meglio che curare.
In occasione del pranzo, molto apprezzato con alcuni che hanno fatto il tris di scodelle piene di tortellini, è intervenuto anche il direttore generale dell’Istituto Ramazzini, Pier Paolo Busi, che ha fatto il punto annunciando la prossima apertura della Casa della Salute di Ozzano.
Una moderna struttura sanitaria che avrà sede nell’edificio dell’Istituto Ramazzini, in via Emilia 79, realizzato grazie soprattutto al contributo dei volontari ozzanesi, e non soltanto, del Ramazzini. Al piano terra dell’edificio troveranno sede il poliambulatorio dell’Ausl, il nuovo poliambulatorio di prevenzione oncologica dell’Istituto Ramazzini e l’associazione Pubblica assistenza Ozzano – San Lazzaro.
«Fondamentale – ha detto Busi – il sostegno dei nostri 24 mila soci, che sono la nostra forza, e le iniziative come questa, la “Sagra del Tortellino”, che ci consentono di sostenere le nostre attività di ricerca riconosciute a livello internazionale». «Iniziative – ha proseguito la dottoressa Angiolina Guaragna, direttore sanitario del poliambulatorio di via Libia a Bologna per prevenzione oncologica – che ci danno modo di far conoscere l’Istituto e le sue attività. Oggi oltre il 50% delle persone colpite da tumore sopravvive ma è possibile solo grazie alla diagnosi precoce. Nel poliambulatorio, ormai polispecialistico con circa 9.000 prestazioni all’anno, i soci hanno lo sconto del 20% sulle visite. E chiunque può richiedere una visita specialistica nel nostro poliambulatorio senza la necessità di prescrizioni. E tutti si possono iscrivere, e per tutta la vita, versando solo una quota di 25 euro».

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...