Anche i ragazzi vedette contro gli incendi boschivi

Immagine

In estate meglio prevenire gli incendi piuttosto che dover lottare contro il fuoco

Valli dell’Idice e dello Zena (Bologna)

Anche i ragazzi di vedetta, volontari, contro gli incendi boschivi. Senz’altro chi vive nelle valli bolognesi si è reso conto che sui fianchi di monti e colli molti terreni un tempo coltivati stanno rimboschendosi come lo furono fino all’arrivo dei coloni romani. Boschi che sono un patrimonio di grande valore ambientale, paesaggistico, e naturalistico da tutelare dagli incendi; spesso provocati dall’uomo stesso. E si sa che con la siccità dei periodi estivi anche una scintilla, la brace di un improvvisato bivacco, o una cicca di sigaretta gettata incautamente, possono far divampare un incendio boschivo.
Per questo a partire dal 6 luglio, e fino ai primi di settembre, tutti i sabati e le domeniche, ragazze e ragazzi del gruppo di Protezione civile “Nibbio Aics”, con sede a San Lazzaro (Bologna), saranno di vedetta. I giovani volontari effettueranno vigilanza e osservazione dalla postazione del santuario del Monte delle Formiche, in Comune di Pianoro (Bologna), al pomeriggio dalle 14.15 alle 19.30 circa per individuare fili di fumo di possibili principi d’incendio e, quindi, prevenire disastrose conseguenze per il nostro patrimonio boschivo.
Il gruppo “Nibbio Aics” invita i giovani, e non soltanto, ad andare a trovare i giovani volontari appostati con binocoli sul monte che domina un vasto territorio. «Dalla cima del Monte delle Formiche – ci conferma infatti Antonio Carbone, presidente dell’associazione di volontariato – c’è una vista mozzafiato che da sola ripaga i visitatori del santuario. Tutti possono venirci a trovare, sperando nei giovani, per vedere, provare e sapere quanto sia importante la protezione civile. Tutti i sabati e domenica pomeriggio ci saremo; e li aspettiamo»
Ma anche con i capelli bianchi, o diradati, si può infatti contribuire alla difesa dell’ambiente e della sicurezza pubblica. Chi l’ha detto che chi va in pensione termina ogni sua attività? Alcuni dopo una vita di lavoro si sono scoperti artisti, poeti, scrittori o cicloturisti. Altri invece si sono dedicati ad attività di volontariato sociale e ambientale. Chi non lo ha fatto ha ora un’altra opportunità per dare una mano aderendo a un’associazione giovane già attiva nel campo della protezione civile. Il gruppo di protezione civile “Nibbio” nato dalla Polisportiva Paolo Poggi Aics offre a donne e uomini la possibilità di rendersi utili anche nella prevenzione e nell’avvistamento degli incendi boschivi. Per informazioni: 368-3034038; info@poggisub; http://www.poggisub.it.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...