Michele D’Aniello artista inconfondibile

Immagine

L’artista Michele D’Aniello con alcune delle sue opere

Bologna-Pianoro

Nella Libreria delle Moline, a Bologna in via delle Moline 3, alle 19 di giovedì 4 luglio verrà presentato il catalogo delle più recenti opere dello scultore Michele D’Aniello a titolo “Scultura e Impresa”. Alla presentazione, a ingresso libero, oltre all’artista saranno appunto presenti titolari o rappresentanti delle imprese che hanno partecipato al progetto di collaborazione tra le varie aziende e lo scultore.
Al progetto hanno infatti partecipato venti grandi nomi dell’industria bolognese mettendo a disposizione prodotti, e materiali, all’artista, che ha così realizzato grandi opere che sono poi state esposte, con una personale nell’ex chiesa di San Mattia a Bologna, nel dicembre scorso. L’importanza della mostra ha reso necessario raccogliere le opere esposte, e i momenti salienti dell’esposizione, in una monografia che racconti il positivo binomio, arte-industria, e la storia dell’evento. Un libro con descrizioni, e immagini, provenienti anche dalle aziende. Oltre alle foto, delle opere, ogni impresa ha infatti descritto, con un breve testo, il proprio incontro con l’artista e gli intenti che l’hanno infine portata a partecipare a questo ambizioso progetto collettivo.
Tutto ha sempre inizio da un piccolo seme; anche le originalissime opere d’arte di D’Aniello che risiede e lavora a Rastignano di Pianoro (Bologna). Uno dei massimi vanti, per un artista, è che le sue opere siano a prima vista identificate col suo stesso autore. E lo scultore con i suoi temi simbolici: la natura (ciclo delle piante con seme), l’uomo (ciclo delle teste) e Dio (ciclo delle stele), monumentali o da salotto, è davvero inconfondibile. Le sue opere in metallo, o realizzate in più moderne resine bianche o colorate, sono infatti personalissime.
Nato nel 1964 a Trentola Ducenta (Caserta) già da ragazzo Michele aveva scelto il campo dell’arte che lo ha portato al diploma di laurea in Scultura all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Una formazione accademica con maestro Augusto Perez che poi lo scelse, tra tutti gli allievi, a rappresentare la stessa Accademia di Napoli, alla mostra nazionale delle Accademie d’Italia, alla Fiera del Levante di Bari. Dopo gli studi, D’Aniello si trasferisce a Firenze poi a Rastignano, dove tuttora vive e opera. Info: http://www.gigarte.com/daniellomichele.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...