In Emilbanca “L’arte incontra i portici”

Immagine

Nel collage fotografico quattro delle opere esposte

Bologna

Nella sala Colonne di Emilbanca, in via Mazzini 152 a Bologna, è aperta al pubblico, fino al prossimo 26 aprile, la mostra dell’IsArt “L’arte incontra i portici” dedicata a uno dei simboli di Bologna. Sono infatti esposti progetti e disegni per la reinterpretazione e la riscoperta, soprattutto artistica, dei portici della città di San Petronio. Tanti, e tutti veramente originali, i lavori realizzati per il progetto Bologna dei Portici dagli studenti dell’IsArt; l’Istituto superiore artistico nato dalla fusione dell’Istituto d’arte con il Liceo artistico.
In occasione della recente inaugurazione, coordinati dalla preside Maria Cristina Casali, gli studenti dell’IsArt hanno incontrato alcuni degli artisti dell’associazione “Francesco Francia”, presieduta da Gian Luigi Spada, e diretta da Luigi Enzo Mattei, per presentare questa esperienza didattica sul tema “portici bolognesi” prodotta dall’Istituto artistico negli ultimi mesi.
Bologna dei portici è stato il tema di un convegno internazionale, che si è tenuto lo scorso ottobre nella Festa della Storia, multiforme manifestazione nazionale e internazionale che rende Bologna “capitale della Storia” mettendo in vetrina forme di promozione e diffusione della sua conoscenza condotte in Italia e nel mondo.
La “Francesco Francia”, di cui Emilbanca è partner, è una delle più antiche istituzioni culturali bolognesi che raccoglie, e rappresenta, l’arte e gli artisti della città. Fondata nel 1894 dai più illustri cittadini del tempo, oggi è costituita da cento soci artisti e più di 120 soci amatori, oltre ai soci onorari tra i quali il Professor Louis Godart, conservatore del patrimonio artistico del Quirinale. La mostra, che è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione con l’associazione “Amici dei Portici” di Arrigo Armieri, Marco Deserti e Ivan Dimitrov.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...