Venerdì audace impresa de I Soliti Ignoti

Immagine

Castenaso (Bologna)

I soliti ignoti venerdì 15 marzo tenteranno l’audace impresa di cercare di far colpo anche a Castenaso e hanno anche fissato un appuntamento per le 19.30, e le 20.30, nel centro sociale e culturale “L’Airone” di via Marconi 14. Normalmente i soliti ignoti sono quelli che riempiono le pagine dei quotidiani perché arraffano beni e soldi degli altri; Quelli di cui parliamo ora, invece, i soldi degli altri li hanno, comunque, contati e maneggiati per molti decenni nelle loro vesti di bancari.
L’audace colpo si terrà in occasione di una festa di beneficenza organizzata da L’Airone, con patrocinio comunale, a sostegno della Associazione parkinsoniani pianura est (Appe). Festa con cena alle 19.30 a 5 euro a persona, su prenotazione allo 051.6049123 (dalle 9 alle 12), e ballo alle 20.30 con ingresso a 10 euro sempre a persona.
Per una volta sveliamo le identità dei componenti del complesso “I soliti ignoti”, che venerdì festeggeranno insieme trent’anni di musica, sono: Rosanna Campisi (voce); Andrea Biagi (tastiere); Gianni Parma (batteria); Roberto Lucà (basso); Roberto Venturi (chitarra); Umberto Sabatini (chitarra e voce). Il loro è infatti un lungo sodalizio, iniziato nel 1983, fra colleghi allora trentenni della Carisbo con infiltrati dell’ex Rolo. Un gruppo che per tanti anni ha suonato, divertendo e divertendosi, nel circolo dipendenti della stessa banca.
Unione resa possibile dalla grande passione per la musica e, anche, da un po’ di nostalgia per i “favolosi anni ‘60”, ai quali si ispira il loro repertorio. Poi dall’amicizia e dal valore della solidarietà mettendosi a disposizione per iniziative di beneficenza: feste parrocchiali, carnevali per disabili, eccetera, dietro a compensi in natura come un piatto di tagliatelle o di polenta oppure crescentine e affettato. Dilettanti sì, ma non allo sbaraglio, con tanto impegno per rendere gradevole l’ascolto con musica dal vivo, senza basi musicali né aiuti tecnologici.
Ogni componente ha un passato musicale, “anni ‘60”, come Andrea alle tastiere ne “I Sagittari”, Rosanna al canto con lunga esperienza in recital di canti popolari, e Umberto alla chitarra nei “The Bounty Killers”, Gianni alla batteria nei “Nino e i P 5”. Per alcuni la carriera lavorativa si è fermata, ma quella musicale continua, per tutti loro, con lo stesso spirito e la stessa passione per un hobby che non ha età.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...