Con “L’Altra Tv”, la Bologna del fare al circolo L’Airone

Immagine

Il sindaco di Bologna, Giuseppe Dozza, con dei bambini in una foto di Primo Gnani

Castenaso (Bologna)

“La febbre del fare – Bologna 1945-1980”, di Michele Mellara e Alessandro Rossi, è il titolo del secondo appuntamento della rassegna “L’Altra Tv – 2013” che va in onda, per modo di dire, alle 21 del 22 febbraio, nel centro culturale e ricreativo L’Airone in via Marconi 14 a Castenaso (Bologna). Rassegna a ingresso libero, giunta alla quarta edizione, che riporta all’attenzione opere di autori indipendenti che producono filmati, inchieste e saggistica storica per le emittenti televisive senza trovare però, e purtroppo, sostegni e diffusione. Per informazioni: telefono 051.6059202; http://www.comune.castenaso.bo.it.
Si tratta di una rassegna originale, controcorrente, nata a Castenaso su iniziativa dell’assessore alla cultura Giorgio Tonelli, giornalista Rai, che propone in tre appuntamenti: “Storie e ricordi, frammenti appunti e personaggi dell’ultimo secolo”. L’ultimo appuntamento si terrà l’1 marzo con: “Quanto resta della notte” di Lorenzo Stanzani. Il primo filmato documentario dedicato a don Giuseppe Dossetti che fu partigiano, costituente, candidato sindaco democristiano di Bologna nel 1956, sacerdote nel 1959, protagonista delle riforme politiche, prima, poi del Concilio Vaticano II e della storia italiana del ‘900.
Per ironia della sorte, ma non tanto, la serata del 22 febbraio sarà dedicata proprio alla Bologna del dopoguerra, della ricostruzione e del boom economico, che vide il democristiano Dossetti come avversario politico del comunista Giuseppe Dozza sindaco della città petroniana. Infatti il documentario racconta il fare politica a Bologna a partire dal giorno della Liberazione il 21 aprile del 1945 fino al 1977. Il racconto nel film procede ricordando storicamente momenti cruciali della vita politica, sociale e culturale della città felsinea. Città che rapidamente esce dalla fase della ricostruzione ponendosi come guida nazionale nella creazione di un modello di sviluppo economico basato su piccole e medie imprese, consorzi, cooperative e banche locali. Al termine della proiezione l’assessore Tonelli intervisterà i due registi, Mellara e Rossi, e il direttore dell’Istituto storico “Parri” Luca Alessandrini.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...