La Fiom in un docufilm di Bugani e Marzeddu

Immagine

Ozzano (Bologna)

“Fiom. Viaggio nella base dei metalmeccanici” è il titolo di un filmato documentario realizzato da Giuliano Bugani (operaio metalmeccanico e giornalista ozzanese autore di premiati documentari) e da Daniele Marzeddu (fotografo e videomaker autore di altri filmati). Le musiche sono di Assalti Frontali dall’album “Profondo Rosso” (2011). Il trailer è al link youtube.com/watch?v=eHKJwkXgO20&feature=youtu.be.
Il film è nato da un progetto di Bugani in seguito all’accordo sulle rappresentanze sindacali firmato da Cgil, Cisl, Uil e Confindustria il 28 giugno 2011 e, contro il quale, la base Fiom scioperò, per la prima volta, contro il segretario generale della Cgil Susanna Camusso.
«Il documentario – spiega Giuliano Bugani – attraversa città di tutta Italia nelle voci e nelle immagini di lavoratrici e lavoratori Fiom e di Rsu di fabbrica, portando alla luce il disagio e la rabbia degli iscritti sulle conseguenze di quell’accordo del giugno 2011, ma non solo. Le interviste del documentario cominciano nel settembre 2011,
attraversando fasi cruciali come la caduta del governo Berlusconi, l’insediamento del governo dei tecnici e le sue riforme, l’innalzamento dell’età pensionabile, la modifica dell’articolo 18, e la riforma del welfare, senza che vi sia stata un’ora di sciopero da parte della Cgil. Il documentario ripropone le fasi della lotta isolata della Fiom, dallo sciopero nazionale del 9 marzo 2012 a Roma e di altre assemblee, e degli scioperi articolati di zona continuati nella primavera del 2012. Il film pone le sue battute finali con la sconfitta delle lotte Fiom e la cancellazione dell’Articolo 18, in seguito alla quale – conclude il battagliero giornalista esponente della sinistra politica e sindacale – anche la stessa dirigenza della Camusso venne messa in discussione».
Info: giuliano.bugani@fastwebnet.it; daniele.marzeddu@gmail.com.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Informazioni su savenaidice

Giornalista freelance
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...